il CPL di Milano città

I 13 Centri di Promozione della Legalità (CPL) nati in Lombardia nel 2015, grazie ad una Convenzione tra Regione Lombardia e Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia, rappresentano reti tra scuole e territorio (enti, istituzioni, associazioni) che attraverso uno straordinario patto educativo sono impegnate nella lotta alla corruzione e alla criminalità organizzata, condotta attraverso gli strumenti della conoscenza, della consapevolezza, dell’impegno e dell’alleanza culturale.

Il CPL di Milano nasce attraverso l’incontro tra scuole della città milanese che decidono di mettere in comune le progettualità, le azioni e le idee nell’ambito dell’educazione della legalità. Il CPL di Milano città ha accolto in sé la preziosa esperienza di reti di scuole preesistenti (come il coordinamento delle scuole milanesi per la cittadinanza attiva) e di singoli istituti che vantano una consolidata esperienza sul campo. La rete del CPL vuol essere punto di riferimento sul territorio, crocevia di proposte, mediatrice nell’ambito di una maggior consapevolezza della cultura della legalità, ma anche sostegno e punto di partenza per le scuole e le associazioni che vogliono investire sul tema della legalità.

VOLUME “I Centri di Promozione della Legalità e la Scuola della Lombardia. Strumenti per la progettazione dell’educazione alla Legalità”

Recuperabile on line, al link http://bit.ly/cpl-edulegalita, il volume è il risultato delle esperienze maturate, in modo sistematico e ordinario, dalle scuole appartenenti alle 13 reti di scopo denominate Centri di Promozione della Legalità (CPL) della Lombardia nel campo di una educazione alla Legalità curvata sui temi della criminalità organizzata e della corruzione.

Prossimi eventi

Venerdì 10 dicembre dalle ore 8.30 alle ore 13.00, si terrà presso il cinema Anteo/City Life, sito in Piazza Tre Torri, 1/I – Milano, una conferenza con al centro il tema del Diritto alla pace.

Di seguito la locandina con i dettagli dell’evento:

L’Italia ripudia… Le guerre contemporanee e la cultura della pace