Spazio Monee

Via  Attilio Momigliano 3, Milano. La storia di un bene confiscato alla mafia che grazie al lavoro e all’impegno quotidiano dell’associazione Libera è stato trasformato in un centro di doposcuola.

Sono tanti i ragazzi che ogni giorno passano i loro pomeriggi in questo centro, dove possono trovare un rifugio da tutto per studiare e svagarsi.

Ad aiutare nella gestione dello spazio e dei ragazzi ci sono gli educatori come Simona Michelazzi e Luca Ercoli che abbiamo avuto il piacere di conoscere ed intervistare.

Abbiamo insieme a loro ripercorso la storia di questo posto che era un bar/tavola calda utilizzato da un clan mafioso per lo spaccio di droga. Circa dieci anni fa fu sequestrato e nel 2012 riassegnato alla Cooperativa 05 che collabora con l’associazione Libera.

Importante è il valore di questo centro che rappresenta in pieno il lavoro di Libera nella restituzione dei beni confiscati alla mafia alla società.

Per loro abbiamo prodotto un video-documentario di presentazione nel quale abbiamo descritto lo Spazio Monee, i loro collaboratori, i ragazzi e lo spirito gioioso che lo caratterizza. Abbiamo girato le interviste e fatto le riprese sul luogo per poi unirle in montaggio una volta tornati a scuola. In questo progetto abbiamo lavorato a gruppi, ognuno con i propri compiti, e abbiamo raggiunto l’obiettivo finale, soprattutto grazie all’aiuto dei professori che ci hanno accompagnato in questa esperienza: la professoressa Francesca Castelli e i professori Mario Garofalo e Luciano Baresi.

Margherita Merzagora e Alice Tomarchio (classe 3I)