Commemorazione Albero Falcone – Borsellino

23 Maggio - Commemorazione delle stragi di Capaci e via D'Amelio

Falcone e Borsellino e gli uomini delle loro scorte ci hanno insegnato a praticare un’antimafia dei fatti e della coerenza delle parole, il rifiuto di ogni legalità generica, parolaia e retorica, l’uso delle regole per affermare e attuare fino in fondo i principi dello stato di diritto, di giustizia e di eguaglianza. Ricordare le stragi di Capaci (23 maggio 1992) e di via d’Amelio (19 luglio 1992) in cui hanno perso la vita, oltre a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, Francesca Morvillo, Vito Schifani, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro, Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina, non è per noi, quindi, una semplice commemorazione. Quest’anno abbiamo parlato dell’eredità di Falcone e Borsellino in Calabria e della grave situazione di questa regione, dove povertà, presenza asfissiante della ‘ndrangheta e connivenze politiche e istituzionali consentono che i cittadini vivano paura e mancanza di libertà.  Quest’anno vogliamo dare voce alla Calabria che si ribella e vogliamo costruire un ponte di comunicazione Milano/Calabria che rompa l’isolamento in cui troppo spesso viene lasciato chi resiste e si rifiuta di convivere. Questo percorso, già iniziato da tempo, ha trovato nel 21 marzo di questo anno un momento di liberazione di risorse e di energie in Calabria e in tutta Italia; anche a Milano l’esperienza di studio dell’“Università itinerante” di Scienze Politiche a Isola di Capo Rizzuto, il gemellaggio tra la cittadina di Vimodrone e Cittanova, richiesto e promosso da Libera, le manifestazioni del 23 maggio sono tappe della costruzione di un rapporto ideale e di prossimità concreta. Narrare e parlare della povertà in Calabria, delle diverse forme di sfruttamento e oppressione, del lavoro nero e della sudditanza imposta, vuol dire parlare della democrazia e della libertà di tutti noi, anche e soprattutto in Lombardia.

Le foto della giornata del 2017 sono nella seguente sezione http://www.cplmilano.it/foto/